fbpx

I 4 Monaci Zen – Una Storia per Riflettere

Quattro monaci Zen, un giorno, decisero di passare un periodo di intensa concentrazione e meditazione per elevarsi ed apprendere profondamente un insegnamento di un antico maestro. Per concentrarsi meglio decisero di fare un voto di Silenzio, tutti insieme, finchè non avessero raggiunto la concentrazione necessaria ad assimilare l’insegnamento.

La prima notte di meditazione, i monaci sedevano attorno ad un tavolo senza dire una parola. Mentre la notte diventava più buia videro la luce della lampada ad olio cominciare a tremolare, fino a che l’olio della lampada non si esaurì del tutto e la fiamma si spense.

Il primo monaco ebbe paura del buio e, preso dall’ansia, disse:

«La luce si è spenta. Avremmo dovuto aggiungere dell’olio nella lampada»

Il secondo monaco si sentì in dovere di rimproverare il primo monaco:

«Non si era detto di rimanere in silenzio?»

Il terzo monaco allora sbottò:

«Stupidi! Avete entrambi rotto il voto del silenzio! Dovreste vergognarvi!»

Il quarto monaco, a quel punto, disse:

«Dovreste tutti imparare da me, sono l’unico che non ha parlato…»

 

Facciamo adesso un po’ di Autoriflessione:

Non capita spesso anche a noi di fare errori del genere?

Il primo monaco si lascia prendere dalla paura e dimentica il suo voto, il secondo ed il terzo sono troppo impegnati a guardare quello che fanno gli altri per auto disciplinarsi e non infrangere il voto, e il quarto monaco si lascia prendere dalla superbia e dal suo ego ed infrange anch’egli il voto.

Più o meno consapevolmente, commettiamo anche noi errori del genere quasi tutti i giorni.

Solo una sincera e ferma Autoriflessione ci permette di non commettere più gli stessi errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *